UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Neil Young: Homegrown, l’album che mancava alla trilogia maledetta

Esiste un album intero che Neil Young ha messo da parte, nascosto, perché ai tempi gli sembrò troppo intimo e doloroso: lo “rilascia”, dopo 45 anni, oggi 19 giugno 2020. Alcune canzoni delle sessions di Homegrown – questo il titolo – erano già comparse alla spicciolata, ritoccate, rifatte: piccoli gioielli trascurati; altre, davvero inedite, sono oscure sorprese custodite per …

Leggi tuttoNeil Young: Homegrown, l’album che mancava alla trilogia maledetta

Tre nuove songs di Bob Dylan. Sogni e incubi di un profeta

Tre canzoni, rilasciate in piena pandemia, hanno anticipato il nuovo album di Bob Dylan, in uscita in questi giorni. Qui, due chiacchiere sulle nuove… poesie. Murder Most Foul Con voce di ranocchio (croak croak) His Bobness, cioè sua maestà Bob Dylan, Nobel prize winner e parafulmine di ogni poeta rosicante del globo, offre in streaming un inedito poema cantato di 17 minuti. …

Leggi tuttoTre nuove songs di Bob Dylan. Sogni e incubi di un profeta

Primo Levi in rock con Peter Hammill e i Manic Street Preachers

Tra gli omaggi a Primo Levi, scomparso l’11 aprile del 1987, mi torna in mente un pezzo (quasi) prog rock. Peter Hammill, the Thin Man dei VDGG, in The Noise (1992) incise una canzone intitolata Primo on the Parapet, molto intensa, pur se piuttosto convenzionale, con almeno una linea di versi memorabile: The blindest eye …

Leggi tuttoPrimo Levi in rock con Peter Hammill e i Manic Street Preachers

Rock&poetry. 25 anni da Monster: ma qual è la frequenza, signor Stipe?

Un poeta sa estrarre le parole dal caos, dal brusio di fondo delle nostre vite, dal casino e dal cicaleccio, dalle urla e dalle chiacchiere nelle scuole e negli uffici, dalle frasi mormorate tra sé e sé dagli psicotici, scartati in fabbrica e in caserma, e ora balbettanti in metro e sui marciapiedi… Nella raffica …

Leggi tuttoRock&poetry. 25 anni da Monster: ma qual è la frequenza, signor Stipe?

Billie Eilish, i Grammys, l’uomo nero e le pop song minimal e dark

A 18 anni, Billie Eilish ha riscritto le regole della pop song, facendo finta di nulla, creando canzoni minimal e sorprendenti, piccoli oggetti industrial e dark. Ma soprattutto ha posto in musica una domanda fondamentale e di una innocenza spiazzante (alla Holden Caulfield): “quando ci addormentiamo, dove andiamo?”, facendo parlare il mostro che da piccoli …

Leggi tuttoBillie Eilish, i Grammys, l’uomo nero e le pop song minimal e dark

Battiato. Torneremo ancora e l’amore per un artista lontano

È difficile affrontare la scomparsa di un artista: si accende spesso il disaccordo, la lite, tra gli eredi di sangue o quelli spirituali, su come gestirne i lasciti, manoscritti, files di computer o demo tapes che siano. E i fans hanno il fucile spianato: gli artisti sono di tutti. Figuriamoci come sia allora arduo affrontare …

Leggi tuttoBattiato. Torneremo ancora e l’amore per un artista lontano

Lorenzo sulla luna. Jovanotti fa karaoke con Rubin e Murolo

Mi disse qualche anno fa Jovanotti: “Murolo, ascolto molto Roberto Murolo, se lo senti bene, ti accorgi che rappa”. Seguì lampo negli occhi e sorriso di Jovanotti, quello di assoluta empatia col mondo circostante, da rendere anch’esso, il mondo, empatico verso di lui per via di feedback naturale. E così oggi nell’allunaggio improvviso, nel disco …

Leggi tuttoLorenzo sulla luna. Jovanotti fa karaoke con Rubin e Murolo