UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

L’incantatore Gian Carlo Fusco in una storia d’amore e cinematografo

La vicenda che ho rievocato in Lettere d’amore di un eccentrico (Avagliano editore) cade in un momento cruciale della vita di due amanti speciali. Lui è Gian Carlo Fusco, impareggiabile cronista di costume per tutti gli anni ’50, allora columnist seguitissimo del Giorno e personaggio rabelaisiano; lei, una sua collega bella, brava e agli antipodi …

Leggi tutto

Di noi tre. Il Leone codardo, l’Uomo di latta, lo Spaventapasseri

Ray Bolger, Jack Haley, Bert Lahr. Probabilmente non conoscete questi nomi e forse non riconoscereste neppure i loro volti, se vedeste delle vecchie foto degli anni Trenta, perché questi tre attori si sono ritagliati un posto nella storia del cinema recitando con trucchi pesanti e buffe maschere. Infatti Ray, Jack e Bert sono rispettivamente lo …

Leggi tutto

Asghar Farhadi. Un eroe in bilico tra verità e menzogna

Tra la porta del carcere che si apre e la porta del carcere che si chiude, vive la vicenda di Un eroe, dove, nell’affannosa ricerca di equilibrio dei suoi protagonisti, in bilico tra verità e menzogna, si esalta la capacità drammaturgica di Asghar Farhadi, regista capace di essere realista nel raccontare un apologo e abilmente teatrale …

Leggi tutto

Un premio per Márta Mészáros agli European Film Awards e una visione di Nove mesi

Abbiamo visto Kilenc hónap/Nine Months/Nove mesi, di Márta Mészáros, Ungheria, 1976, in streaming su MUBI. In occasione della 34ma edizione degli European Film Awards e a riconoscimento del suo contributo al mondo del cinema, la European Film Academy le attribuisce il Premio alla Carriera per lo straordinario insieme del suo lavoro *** “Perché mi tratti …

Leggi tutto

Che hai fatto in tutti questi anni. Il Leone d’America nel libro di Negri Scaglione

Prendo un po’ alla lontana la lettura dell’avvincente libro-inchiesta di Piero Negri Scaglione Che hai fatto in tutti questi anni (Einaudi), dedicato a C’era una volta in America di Sergio Leone. Parto infatti da un ricordo personale di quasi mezzo secolo fa. Ecco: da ragazzino, io non amavo Sergio Leone per futili motivi, perché aveva …

Leggi tutto

Il silenzio grande di Gassmann. Dal teatro di de Giovanni con un Gallo da applausi

Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) è quello dei gialli di Ricciardi – assai piaciuti in tv – dove il commissario a cui gli spiriti narrano il fine vita degli uccisi va a spasso per gli anni Trenta con la bella faccia e il ricciolo malandrino di Lino Guanciale. Non che si voglia sottovalutare i Bastardi …

Leggi tutto