UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Sulle bancarelle. Il nudo e il morto di Norman Mailer

Sembra oggi che il romanzo definitivo della Seconda Guerra mondiale (e di ogni guerra?) sia il monumentale Stalingrado di Vasilij Semënovič Grossman, che la Russia sovietica cercò di cancellare ma senza successo, dato che è finalmente riemerso e adesso gode anche della prima traduzione in italiano per Adelphi. Ma proprio mentre mi dibattevo tra una …

Leggi tutto

Calligarich. L’ultima estate in città, il romanzo cult di un ragazzo disperato

È difficile per un intellettuale déraciné vagabondare per Roma, nella realtà e nella finzione, in quest’ultima poi è un lampo rovinare nei luoghi comuni di una lunga tradizione. Colpa del cinema, certo, di quel modo svogliato e disperato che accomuna il prototipo Marcello Rubini de La Dolce Vita – il super cliché culturale romano dei …

Leggi tutto

Arturo Schwarz

Arturo Schwarz, irregolare, anarchico, libero. Ed ebreo, anche

Mi vergogno un po’ ma è andata così. Ho acquistato e letto Sono ebreo, anche (Garzanti) di Arturo Schwarz solo dopo la sua morte avvenuta poche settimane fa. La distinzione acquistato/letto ha la sua importanza; il tempo di latenza in libreria è sempre più ridotto, e gli editori mandano i titoli fuori catalogo con la velocità …

Leggi tutto