UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Quando il Matto e Pussy Galore divennero assassini per colpa di Colombo

Vi ho già raccontato di quella volta che il Matto e Pussy Galore hanno ammazzato il padre di Sabrina e il colonnello Pickering? No? Strano, è una delle mie storie preferite… Come, quale Sabrina? La figlia dell’autista dei Larrabee. Ma sarà meglio che cominci dall’inizio… Certamente ricordate l’intelligente e compassato ispettore Hubbard di Scotland Yard, …

Leggi tutto

Soetje. Quando piove a Baden-Baden su un amore oltre il tempo

Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale… Le coppie di anziani, che gran mistero. Chi anziano non è, per pavidità si rifugia nella retorica, nell’ammirazione quasi letteraria per stoiche resistenze da nozze d’oro. Tutto pur di allontanare da sé la paura, la domanda che fa tremare i polsi: ma noi, noi con …

Leggi tutto

Il Paese Ritrovato Alzheimer Monza

Alzheimer, la memoria delle emozioni

C’è un villaggio dedicato alle persone con Alzheimer. Si trova a Monza e ci vivono 64 ospiti. Si chiama Paese Ritrovato. Annamaria è veneziana, ha i capelli bianchi raccolti in una treccia e un sorriso bellissimo. Il figlio Marco racconta come fosse una persona indipendente, che andava dappertutto. «Quando è tornata a casa con l’auto …

Leggi tutto

Penman. Il riflesso di Fassbinder in migliaia di specchi

Mi è rimasto impresso nella memoria l’episodio firmato da Rainer Werner Fassbinder (1945-1982) in Germania in autunno (1978): nel leggendario film corale del cinema tedesco spiccano i suoi 25 minuti di pellicola in coda alle immagini dei funerali del leader confindustriale Hanns-Martin Schleyer, assassinato dai terroristi della Rote Armee Fraktion. Fassbinder mette in scena tutto …

Leggi tutto

La ragazza in vetrina. Ricordando Emmer e una triste storia di censura

Cosa sarà. Cosa sarà che ogni tanto, così, d’emblée, fa apparire sul mio ignaro computer qualche accalorata ragazza desnuda ammiccante a far intendere chissà quali paradisi erotici: sarà perché certe volte clicco per sfinimento “Ok” su “Accetto tutti i cookies”… o per qualche algoritmo difettoso che fa dei calcoli sbagliati?. Non lo so. Sta di fatto che tutta questa …

Leggi tutto

Leggendo L’assistente. Walser, Sebald e il Paese del Lapis

Per molti anni, ho creduto che Robert Walser avesse scritto soltanto La passeggiata (1917, Adelphi 1976), a cui avevo accostato in uno scaffale l’intonso Passeggiate con Robert Walser (Adelphi 1981) di Carl Seelig, l’amico mecenate che curò l’opera di Walser e ne evitò l’oblio – dal 1936 al 1956, per vent’anni lo scrittore è ricoverato nell’istituto psichiatrico …

Leggi tutto