UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Jesus Christ Superstar. Quando, come e perché Gesù divenne rock

Sono vecchio come Gesù. Non ci avevo mai pensato. Fino al momento in cui Zaira mi ha ricordato che quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario del musical Jesus Christ Superstar. All’improvviso – come è successo a Jake Blues nella chiesa di Triple Rock – ho avuto questa sconvolgente rivelazione: io e Gesù siamo praticamente coetanei. Prima però …

Leggi tuttoJesus Christ Superstar. Quando, come e perché Gesù divenne rock

Patrick Zaki

Voci per Patrick: 12 ore di musica per non dimenticare Zaki

Patrick George Michael Zaki Soliman è un ragazzo egiziano di 29 anni che frequentava l’università di Bologna dove era iscritto al Master europeo Gemma in studi di genere e delle donne. Il 7 febbraio dello scorso anno è tornato al Cairo per passare qualche giorno con la famiglia. Fermato in aeroporto da agenti dei servizi …

Leggi tuttoVoci per Patrick: 12 ore di musica per non dimenticare Zaki

L’album del giorno. Collage de Le Orme (1971): quando il giradischi suonava prog rock

Sembra ieri, sono 50 anni fa, giorno più giorno meno. 29 gennaio 1971 (1): compare nei negozi di dischi un album di prog rock italiano – ma allora non ricordo se dicevamo già prog né progressive tutto intero – con in copertina tre musicisti imbiancati tra i sepolcri di un cimitero – praticamente dei fantasmi …

Leggi tuttoL’album del giorno. Collage de Le Orme (1971): quando il giradischi suonava prog rock

L’opera nell’età del jazz. Lady in the Dark, quando Ira Gershwin scrisse per Kurt Weill (e Danny Kaye)

Israel ha smesso di scrivere l’11 luglio 1937: senza le note di Jacob gli sembra che le sue parole siano vuote. Inutili. Ha sempre saputo che quei versi, che uscivano in maniera così apparentemente facile dalla sua penna, servivano soltanto per permettere al fratello di creare quella musica straordinaria, la musica del Novecento. Senza George, …

Leggi tuttoL’opera nell’età del jazz. Lady in the Dark, quando Ira Gershwin scrisse per Kurt Weill (e Danny Kaye)

De Gregori, tutti i testi letti uno per uno per 720 pagine nel libro enciclopedia di Enrico Deregibus

Nel faticoso rapporto tra la stampa italiana e il nostro Pantheon di cantanti e cantautori, vige un rispetto esagerato di noi pennivendoli che fa da contraltare ai dignitosi ma decisi dinieghi all’intervista da parte degli immortali votati all’arte. Ci sono le opere a parlare, suggeriscono, indicando il loro alato prodotto con il moto di un …

Leggi tuttoDe Gregori, tutti i testi letti uno per uno per 720 pagine nel libro enciclopedia di Enrico Deregibus

La storia del violino della Shoah nel libro L’ultimo testimone di Carlo Alberto Carutti

È un violino Collin-Mézin, scovato presso un antiquario di Torino nel 2014. La sua provenienza è incerta, ha segni evidenti di una riparazione e presenta sulla cassa una bianca stella di Davide in madreperla. All’interno, c’è un cartiglio scritto a matita, che riporta una frase musicale di sei battute, ogni battuta contrassegnata da un numero, …

Leggi tuttoLa storia del violino della Shoah nel libro L’ultimo testimone di Carlo Alberto Carutti

United sounds in the dark: la musica al buio che illumina il web. Intervista a Marta Colombo

La prima volta che ho ascoltato la voce di Marta Colombo, cantante e compositrice, ho pensato che oltre a essere davvero bella avesse una qualità particolare: è una voce che riesce a farsi spazio e a creare volume. Non è solo una questione di attenzione che sa richiamare, è proprio un’energia capace di generare una …

Leggi tuttoUnited sounds in the dark: la musica al buio che illumina il web. Intervista a Marta Colombo