UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Nick Drake e l’enigma di Pink Moon nel saggio di Ennio Speranza

Si può leggere la solita vecchia storia del ragazzo inglese, alto e magro che, dopo tre album di certificato insuccesso, morì disperato a casa dei suoi, a un passo tra l’altro dal paese che diede i natali a Shakespeare; si può, dicevamo, soppesare dubbiosi la volontarietà o meno dell’atto di assumere quella sera di novembre …

Leggi tutto

Ken Loach. 85 anni con la working class contro tutti i padroni

Ken Loach (1936, 85 anni il 17 giugno) ha l’età per aver fatto parte del Free Cinema inglese, che mutò insieme ai cosiddetti Angry Young Men l’orizzonte britannico delle arti. Chi era free scelse nella quotidianità i suoi protagonisti e si votò alla realtà, ferma restando la forte componente “scritta” e teatrale del cinema inglese …

Leggi tutto

Non ho molto tempo, Grazia Verasani, Ezio Bosso, Marsilio

Non ho molto tempo. Grazia Verasani racconta Ezio Bosso

Leggo Non ho molto tempo (Marsilio), il libro nel quale Grazia Verasani racconta Ezio Bosso, e mentre leggo ho l’impressione di sentire le note delle sue composizioni. E di vederlo, mentre dirige l’orchestra con quella sua aria stravolta e felice ma anche un po’ incazzata, l’aria di chi ama la musica più di se stesso …

Leggi tutto

Fake Reviews. Giorgia Bovary e i politici scrittori tutti a scuola da Bukowski

Questi bastardi di Allonsanfàn si sono messi in testa strane idee. Dovete sapere che le recensioni in apparenza spontanee sono frutto di contrattazioni serrate e solo chi fa il carino con la direzione ottiene di parlare di Carrère, di Borges, di Pessoa, di nuove correnti letterarie che cambieranno il mondo, di film che vi stupiranno …

Leggi tutto

Leggere Bauman. Per andare a sé e distinguere l’autentico da ciò che non lo è

La fortuna editoriale di Zygmunt Bauman è stata fulminea quanto tardiva. Ha iniziato a scrivere i suoi libri nel 1990 quando lasciò per raggiunti limiti di età la cattedra all’Università di Leeds. Una capacità di elaborare il pensiero sostenuta da una scrittura altrettanto vertiginosa ha fatto sì che l’aggettivo “liquido” – comune nel linguaggio quotidiano quanto …

Leggi tutto

Ricordati di respirare

Ricordati di respirare. Diario di un’infermiera sul fronte del Covid

«Quando ho iniziato a scrivere questo libro, avevo solo il bisogno di mettere su carta la mia sofferenza, la mia paura e la mia angoscia. Era il mio modo per liberarmi di un fardello troppo pesante da portare sulle spalle». Agnese Tancredi lavora in un ospedale in provincia di Bologna ed è, da 25 anni, un’infermiera …

Leggi tutto