UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Raymond Chandler. Un lungo sogno per Il lungo addio

La prima volta che l’ho visto, Terry Lennox era ubriaco su una Rolls-Royce Silver Wraith davanti alla terrazza del Dancers. Il parcheggiatore era andato a recuperare l’auto e gli stava tenendo aperta la portiera perché il piede sinistro gli penzolava ancora all’esterno, come se lui non sapesse neanche più di averlo. La faccia era giovane, …

Leggi tutto

Leggendo L’assistente. Walser, Sebald e il Paese del Lapis

Per molti anni, ho creduto che Robert Walser avesse scritto soltanto La passeggiata (1917, Adelphi 1976), a cui avevo accostato in uno scaffale l’intonso Passeggiate con Robert Walser (Adelphi 1981) di Carl Seelig, l’amico mecenate che curò l’opera di Walser e ne evitò l’oblio – dal 1936 al 1956, per vent’anni lo scrittore è ricoverato nell’istituto …

Leggi tutto

Dentro la fornace di Thomas Bernhard

La fornace è un cupo reperto della civiltà industriale: per anni è stata l’ossessione di Konrad, agiato figlio di una famiglia di possidenti, che l’ha infine acquistata dissanguandosi e ora lì vorrebbe dedicarsi, in grandi stanze vuote misurate a lunghi passi e con la lucidità di un ossesso, a un misterioso e per lui essenziale …

Leggi tutto

Sotto il lampadario di Clarice Lispector

Scriveva Antonio Tabucchi di Clarice Lispector (1925-1977), a proposito di un librino di racconti smilzo e densissimo – Legami familiari, UE Feltrinelli, chi non lo aveva in biblioteca negli anni Ottanta? -, che Lispector fissa lo sguardo impietoso su “un universo sull’orlo del collasso”, incongruente e volgare; e che, misteriosa ed esoterica, tenta di “lacerare …

Leggi tutto

Tessiture di sogno. Il viaggio di W.G. Sebald in Corsica

Winfried Georg Sebald è morto troppo presto, in un incidente d’auto nel dicembre del 2001, perché noi (inteso come noi lettori o noi fans del mondo intero) potessimo capirlo appieno, appropriarcene, servirci in qualche modo di lui e della sua arte – a tratti oscura anche se tutt’altro che esoterica – dopo aver letto per esempio …

Leggi tutto

Lawrence Osborne, vivere sotto minaccia in un Regno di vetro

Il nuovo romanzo di Lawrence Osborne Il regno di vetro (Adelphi) è inscritto formalmente nella metafora del Kingdom, imponente centro residenziale di Bangkok. Quattro torri di ventuno piani che compongono “…un regno verticale fatto di vetro dove ciascun abitante era parzialmente in mostra: vite sprecate, accese, impilate l’una sull’altra nell’anonimato”. Qui i personaggi stazionano, quasi …

Leggi tutto