UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

I film invisibili. In Ema di Pablo Larraín la libertà è una ragazza che balla

Ema di Pablo Larraín è un film presentato alla Mostra del Cinema di Venezia dell’anno scorso ed è uscito in Italia il 2 settembre, in due sale cinematografiche due. L’ambientazione cilena, quella di Valparaíso, mette in scena un’architettura urbana che è lo specchio della cultura di strada. Lo spirito vitale della città si mostra agli …

Leggi tuttoI film invisibili. In Ema di Pablo Larraín la libertà è una ragazza che balla

Leggere. Dario Biagi: il mio Fusco, incantatore innamorato

La vicenda che ho rievocato in Lettere d’amore di un eccentrico (Avagliano editore) cade in un momento cruciale della vita di due amanti speciali. Lui è Gian Carlo Fusco, impareggiabile cronista di costume per tutti gli anni ’50, allora columnist seguitissimo del Giorno e personaggio rabelaisiano; lei, una sua collega bella, brava e agli antipodi …

Leggi tuttoLeggere. Dario Biagi: il mio Fusco, incantatore innamorato

Locarno anno 2020. The Films After Tomorrow. Che cosa c’è da vedere live e su MUBI

Doveva svolgersi tutto online, tra live streaming, video on demand e masterclass varie, ma ci sarà pure il piacere fisico di entrare in sala: è particolarmente ricca e articolata la proposta di Locarno 2020 – For the Future of Films, tra premières e repliche nell’arco di undici giorni, dal 5 al 15 agosto. Apertura con …

Leggi tuttoLocarno anno 2020. The Films After Tomorrow. Che cosa c’è da vedere live e su MUBI

Vedere&rivedere: intervista a Linda Caridi su Ricordi?, un film che va al cuore del mondo

Ricordi? di Valerio Mieli è una storia d’amore, raccontata tra presente-passato-futuro, non necessariamente in quest’ordine, dato che il tempo è legato alle stagioni del cuore. Ma chi non ha visto il film – oggi sulle piattaforme on line, anche se è consigliabile scovarlo nelle arene estive o (meglio) nell’intimità di un vero cinema – non …

Leggi tuttoVedere&rivedere: intervista a Linda Caridi su Ricordi?, un film che va al cuore del mondo

Beltrade, Milano. Il cinema che riapre e Il mondo in fiamme di Minervini

Forse non è un caso che giri questo titolo nei giorni del (post?) Covid e dell’omicidio di George Floyd. Vado a vedere Che fare quando il mondo è in fiamme? di Roberto Minervini, al Beltrade di Milano, non per caso: il piccolo cinema indipendente è stato l’ultimo a chiudere e il primo a riaprire dopo il lockdown, …

Leggi tuttoBeltrade, Milano. Il cinema che riapre e Il mondo in fiamme di Minervini

Grandi scrittori. László Krasznahorkai e l’Ungheria del Barone Wenckheim

Sfondo una porta aperta dicendo che uno dei temi di László Krasznahorkai (Gyula, Ungheria, 1954) è l’aspettare dei pezzenti, l’estrema speranza che agita i miserabili. Si ritrovano in complottante attesa attorno allo Stabilimento abbandonato di Satantango (1985), presidiano il carrozzone misterioso di Melancolia della resistenza (1989), affollano la stazione della cittadina angusta che pare ritrovare …

Leggi tuttoGrandi scrittori. László Krasznahorkai e l’Ungheria del Barone Wenckheim