UN BLOG
IN FORMA DI MAGAZINE
E VICEVERSA

Allonsanfàn

Modiano, il passato è scritto con l’inchiostro simpatico

Esistono scrittori che dipendono quasi integralmente dal passato e ne cercano scrivendo con ogni espediente (retorico) il recupero, quasi il reload, come se il passato fosse l’unico specchio (ma è in frantumi!) per riflettere il presente o addirittura per poterlo vivere. “Vivre, c’est obstiner à achever un souvenir”: con un verso di René Char in …

Leggi tutto

Nel thriller di Mario Gerosa, Caleidoscopio, registi dannati e il nuovo trend fashion: essere vecchi

C’è la sfilata per presentare una nuova collezione, sabato sera a Consonno, città fantasma presso Lecco che negli anni Sessanta doveva diventare la Las Vegas di Brianza (e poi semplicemente implose): sfilata di tendenza estrema perché propone una moda “invecchiata”, nel senso che le modelle devono sembrare agées. Dopo la notte di Consonno, le stesse …

Leggi tutto

#TFF38. Il sequel di Milano Calibro 9 e un ricordo del lontano 1972

Fu un doppio spettacolo in un pomeriggio del 1972 al cinema Abanera di Milano – così chiamato per renderlo primo in ordine alfabetico nel tamburino delle pagine di spettacolo – che mi proiettò da ragazzino nel mondo del noir e del mito. Primo film: I senza nome (Le cercle rouge), polar dell’immaginifico Jean-Pierre Melville. Mi parve …

Leggi tutto

Andromeda, il nuovo romanzo nero della galassia Morozzi

Forse non esistono i singoli romanzi di Gianluca Morozzi – anche se ne è appena uscito uno, Andromeda (Giulio Perrone editore). Esiste invece una sorta di galassia tra cui navigano da due decenni ormai i suoi lettori, e al centro della quale scrive lui, autore e demiurgo. Pagine e titoli assai diversi finiscono per richiamarsi …

Leggi tutto

Leggere. Silvio Danese, Intervista alla sposa: un uomo, una donna, un delitto

Nel giornalismo, ci sono diverse tipologia d’intervista. Cioè: ce ne sono due. Quella alla Piccolo grande uomo, antico film di Arthur Penn, e le altre. Ne Il piccolo grande uomo, un vecchio decrepito comincia a raccontare dall’inizio la sua vita e per due ore e passa non si ferma: è la pacchia per ogni cronista. …

Leggi tutto

Leggere. Colpo di lama: ritorna il primo Covacich con una storia che finisce noir

C’è un’immagine potente, in Colpo di lama di Mauro Covacich (Trieste, 1965), il suo primo romanzo, edito nel 1995 da Neri Pozza e riedito ora da La Nave di Teseo: riguarda un personaggio, antipatico e oscuro, Achille Orante, detto Lama. Questi è un ex galeotto e vagabondo, dedito alla raccolta compulsiva di oggetti rotti o …

Leggi tutto